Commissione amministrativa del riesame

La Commissione amministrativa del riesame svolge il riesame amministrativo interno delle decisioni di vigilanza della BCE, assicurandone la conformità con le norme e le procedure vigenti.

Il riesame, che può essere richiesto da qualsiasi persona fisica o giuridica direttamente interessata da una decisione di vigilanza della BCE, attiene alla “conformità procedurale e sostanziale” della decisione contestata con il regolamento sull’MVU, pur nel rispetto del margine di discrezionalità lasciato alla BCE.

In pratica la Commissione verifica il rispetto delle garanzie procedurali, l’adeguatezza delle motivazioni alla base della decisione, la conformità con la normativa applicabile, l’eventuale presenza di errori manifesti nella valutazione, l’eventuale carattere manifestamente sproporzionato della decisione nonché l’eventuale abuso di potere da parte della BCE.

In esito al riesame, la Commissione trasmette un parere non vincolante al Consiglio di vigilanza, proponendo di abrogare la decisione iniziale oppure di sostituirla con una decisione di contenuto identico o modificato per l’approvazione definitiva da parte del Consiglio direttivo in base alla procedura di non obiezione.

Guida ai costi del riesame

Composizione

I cinque membri e i due supplenti, nominati per un mandato quinquennale rinnovabile, posseggono esperienza professionale nel settore della vigilanza e conoscenze pertinenti in ambito bancario. Non possono tuttavia far parte del personale attualmente in servizio presso la BCE, le autorità di vigilanza nazionali, altre istituzioni e organismi nazionali o dell’UE.


Commissione amministrativa del riesame (13 gennaio 2020)

Membri
Presidente Jean-Paul Redouin
Vicepresidente Concetta Brescia Morra
Membro F. Javier Arístegui Yáñez
Membro André Camilleri
Membro Gerd Häusler
Supplenti
Supplente René Smits
Supplente Ivan Šramko

Dichiarazioni pubbliche di impegni e dichiarazioni pubbliche di interesse (solo in inglese)