Compiti

Nell’ambito del Meccanismo di vigilanza unico (MVU), al BCE esercita la vigilanza diretta sulle banche significative dei paesi partecipanti, operando in stretto raccordo con le rispettive autorità nazionali di vigilanza.

Gruppi di vigilanza congiunti

Le banche meno significative sono vigilate dalle autorità nazionali competenti, mentre la BCE assicura un approccio coerente fra i paesi europei.

Elenco dei soggetti vigilati

I nostri obiettivi

Collaborando nell’ambito del Meccanismo di vigilanza unico (MVU), la BCE e le autorità nazionali di vigilanza si prefiggono di:

  • salvaguardare la sicurezza e la solidità del sistema bancario europeo
  • accrescere l’integrazione e la stabilità finanziarie in Europa
  • assicurare la coerenza della vigilanza

Strumenti microprudenziali

Il principale obiettivo degli strumenti microprudenziali è testare e sottoporre ad analisi critica i rischi connessi a singole banche, per contribuire alla sicurezza del sistema bancario in Europa.

La BCE ha la competenza di:

  • effettuare valutazioni prudenziali, comprese le prove di stress
  • svolgere ispezioni in loco e indagini
  • rilasciare e revocare le autorizzazioni all’esercizio dell’attività bancaria
  • autorizzare l’acquisizione di partecipazioni qualificate
  • assicurare la conformità degli enti creditizi alla normativa prudenziale dell’UE
  • fissare requisiti patrimoniali più elevati (“riserve”) per contrastare qualsiasi rischio finanziario
  • imporre misure correttive e sanzioni

Strumenti macroprudenziali

La vigilanza macroprudenziale è l’approccio complessivo adottato per assicurare la stabilità del sistema finanziario europeo limitando l’accumularsi di rischi aggregati al suo interno.

La BCE può:

  • applicare requisiti più elevati alle banche, tra cui riserve anticicliche
  • esprimersi e sollevare obiezioni in merito a misure adottate dalle autorità nazionali

Sito Internet della BCE: stabilità finanziaria e politica macroprudenziale