Opzioni di ricerca
Home Media Facciamo chiarezza Studi e pubblicazioni Statistiche Politica monetaria L’euro Pagamenti e mercati Lavorare in BCE
Suggerimenti
Ordina per
  • COMUNICATO STAMPA

La BCE pone in consultazione la revisione delle politiche in materia di opzioni e discrezionalità

29 giugno 2021

  • La BCE avvia una consultazione sulla proposta di revisione delle politiche in materia di opzioni e discrezionalità
  • L’obiettivo è assicurare trasparenza sulle attività di vigilanza
  • La revisione tiene conto delle modifiche legislative intervenute dalla prima pubblicazione delle politiche in materia di opzioni e discrezionalità da parte della BCE
  • La consultazione termina il 23 agosto 2021

La Banca centrale europea (BCE) ha avviato oggi una consultazione pubblica sulla revisione delle proprie politiche armonizzate per l’esercizio delle opzioni e delle discrezionalità nell’attività di vigilanza delle banche, secondo quanto previsto dal diritto dell’Unione europea.

Il quadro legislativo europeo concede alle autorità di vigilanza il potere di esercitare un numero significativo di opzioni e discrezionalità nell’azione di vigilanza sulle banche. Nel 2016 la BCE ha armonizzato per la prima volta 122 opzioni e discrezionalità al fine di rendere più efficiente la propria azione di vigilanza nei paesi partecipanti al Meccanismo di vigilanza unico.

La proposta di revisione delle politiche è volta essenzialmente a tenere conto delle modifiche legislative introdotte dalla loro prima pubblicazione nel 2016. La maggior parte delle revisioni riguarda le opzioni e le discrezionalità nell’applicazione dei requisiti di liquidità. La consultazione interessa molti aspetti dell’attività di vigilanza, compresi l’autorizzazione alle richieste di riduzione di capitale da parte delle banche, il trattamento di determinate esposizioni nel calcolo del coefficiente di leva finanziaria nonché alcune esenzioni dai limiti alle grandi esposizioni.

Le politiche della BCE in materia di opzioni e discrezionalità sono definite da quattro strumenti:

  • una guida della BCE che definisce gli orientamenti di policy per i gruppi di vigilanza congiunti nell’esercizio delle opzioni e delle discrezionalità sulla base del singolo caso in relazione agli enti significativi;
  • un regolamento della BCE con cui si esercitano diverse opzioni e discrezionalità di applicabilità generale in relazione agli enti significativi;
  • una raccomandazione della BCE indirizzata alle autorità nazionali competenti (ANC) riguardante l’esercizio delle opzioni e delle discrezionalità sulla base del singolo caso in relazione agli enti meno significativi;
  • un indirizzo della BCE, sempre destinato alle ANC, in merito all’esercizio delle opzioni e delle discrezionalità di applicabilità generale in relazione agli enti meno significativi.

Tali strumenti definiscono con trasparenza il modo in cui la BCE esercita opzioni e discrezionalità nella vigilanza degli enti significativi, assicurano l’applicazione coerente di standard di vigilanza elevati e favoriscono uniformità nella vigilanza degli enti significativi e meno significativi.

La consultazione, che ha inizio oggi, si concluderà il 23 agosto prossimo. I documenti di consultazione, ossia il progetto di revisione della guida, le modifiche al regolamento e alla raccomandazione della BCE, la versione modificata dell’indirizzo della BCE e una relazione di accompagnamento, sono pubblicati sul sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria.

Una volta chiusa la consultazione la BCE pubblicherà i commenti pervenuti unitamente alle risposte e una valutazione.

Maggiori informazioni sulle politiche della BCE in materia di opzioni e discrezionalità sono disponibili nelle seguenti “domande e risposte”.

Per eventuali richieste gli organi di informazione sono invitati a contattare Silvia Margiocco (tel. +49 69 1344 6619).

CONTATTI

Banca centrale europea

Direzione Generale Comunicazione

La riproduzione è consentita purché venga citata la fonte.

Contatti per i media