Fattori per il calcolo della contribuzione

Sono i dati relativi all’ente o al gruppo bancario vigilato in base ai quali si calcola il contributo annuale per le attività di vigilanza.

Il contributo annuale per le attività di vigilanza dovuto da ciascun ente o gruppo bancario vigilato è determinato attribuendo i costi annuali totali di ciascuna categoria ‑ enti significativi o meno significativi ‑ alle singole banche e ai singoli gruppi bancari in base ai loro “fattori per il calcolo della contribuzione”.

Tali fattori derivano dalle dimensioni e dal profilo di rischio della banca (comprese le attività ponderate per il rischio), misurati rispettivamente dal valore totale degli attivi e dall’importo complessivo dell’esposizione al rischio. Sono determinati al massimo livello di consolidamento delle banche vigilate e incidono in pari misura.

Regolamento della BCE sui contributi per le attività di vigilanza

Per il computo del contributo annuale delle banche o dei gruppi bancari classificati come meno significativi per via di “circostanze particolari”, agli attivi totali viene applicato un tetto di 30 miliardi di euro, corrispondente alla soglia individuata per il criterio dimensionale adottato ai fini della valutazione della significatività.

Regolamento sull’MVU: articolo 6, paragrafo 4

Regolamento quadro sull’MVU: articoli 70 e 71

La somma degli attivi totali e la somma delle esposizioni al rischio complessive di tutti i soggetti obbligati al pagamento dei contributi sono pubblicate nel sito Internet della BCE.

Stima del contributo

Comunicazione dei fattori per il calcolo della contribuzione

I soggetti obbligati al pagamento sono tenuti a comunicare i fattori per il calcolo della contribuzione all’autorità nazionale competente entro il 1° luglio di ogni anno, con riferimento al 31 dicembre dell’anno precedente.

Dopo che la BCE rende definitivi i dati relativi ai fattori per il calcolo della contribuzione, ogni soggetto obbligato al pagamento dispone di cinque giorni lavorativi per eventuali osservazioni, nel caso in cui non li consideri corretti. In seguito, i fattori per il calcolo della contribuzione sono applicati per determinare i singoli contributi per le attività di vigilanza. Nel momento in cui i dati relativi ai fattori di calcolo sono disponibili per eventuali osservazioni, i soggetti obbligati al pagamento ricevono apposita notifica tramite i recapiti forniti alla BCE.

Se un soggetto obbligato al pagamento omette di comunicare i fattori per il calcolo della contribuzione, la BCE provvederà alla loro determinazione sulla base delle informazioni disponibili. La mancata trasmissione dei fattori è considerata una violazione del Regolamento della BCE sui contributi per le attività di vigilanza e può dare luogo all’applicazione di sanzioni.