COMUNICATO STAMPA

La guida della BCE chiarisce i criteri e la procedura di vigilanza per valutare l’idoneità degli esponenti bancari

15 maggio 2017
  • La BCE pubblica la guida alla verifica dei requisiti di professionalità e onorabilità.
  • La guida chiarisce i criteri e la procedura per valutare l’idoneità degli esponenti bancari.
  • Il documento viene reso noto a conclusione di un processo di consultazione pubblica.

La Banca centrale europea (BCE) ha pubblicato oggi la guida alla verifica dei requisiti di professionalità e onorabilità. La guida spiega come la Vigilanza bancaria della BCE assicura la coerenza nell’applicazione dei criteri in materia di verifiche dei requisiti di professionalità e onorabilità, nell’intento di stabilire prassi comuni di vigilanza per la valutazione dell’esperienza, delle competenze e dell’adeguata levatura degli esponenti aziendali nominati all’interno degli organi di amministrazione di una banca, ad esempio in qualità di amministratori delegati o componenti non esecutivi. Essa accresce inoltre la trasparenza dei criteri di valutazione, delle prassi e dei processi di vigilanza in uso presso la Vigilanza bancaria della BCE.

Il documento viene reso noto a conclusione di un processo di consultazione pubblica, in esito al quale sono stati, tra l’altro, forniti ulteriori chiarimenti sull’esperienza e sulla disponibilità di tempo richieste agli esponenti, nonché maggiori dettagli sui conflitti di interesse potenziali.

Assicurare la qualità dell’alta dirigenza è fondamentale per la stabilità delle banche e dell’intero sistema bancario. Sebbene ciò sia responsabilità primaria degli intermediari stessi, è compito della Vigilanza bancaria della BCE verificare se le banche rispettino le norme finalizzate alla salvaguardia della buona governance, compresi i requisiti di idoneità per gli esponenti aziendali. La pubblicazione della guida aiuterà le banche a conformarsi alle politiche definite dalla Vigilanza bancaria della BCE e a meglio comprendere le sue procedure di valutazione.

Nel condurre le verifiche dei requisiti di professionalità e onorabilità la Vigilanza bancaria della BCE applica il pertinente diritto dell’Unione europea e la legislazione nazionale di recepimento dei 19 paesi dell’area dell’euro. Nei casi in cui il diritto dell’UE lascia discrezionalità agli Stati membri nel determinare le modalità di recepimento, possono permanere differenze a livello nazionale. Pur rispettando tali differenze, la guida si propone di armonizzare le prassi di vigilanza adottate ai fini delle verifiche dei requisiti di professionalità e onorabilità.

Nella fase di stesura della guida e durante il processo di consultazione la BCE ha operato in stretto raccordo con l’Autorità bancaria europea (ABE). Il testo è in linea con il progetto di orientamenti sulla valutazione dell’idoneità dei componenti dell’organo di amministrazione e del personale che riveste ruoli chiave predisposto dall’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (European Securities and Markets Authority, ESMA) e dall’ABE e sottoposto da quest’ultima a consultazione pubblica. Eventuali modifiche a tali orientamenti a seguito della consultazione potrebbero portare a cambiamenti nelle politiche, nelle prassi e nei processi della Vigilanza bancaria della BCE e determinare pertanto la revisione della guida della BCE. La guida è concepita come uno strumento pratico che sarà regolarmente aggiornato per tenere conto dei nuovi sviluppi e delle esperienze acquisite sul campo.

Per eventuali richieste gli organi di informazione sono invitati a contattare Rolf Benders (tel. +49 69 1344 6925).

Contatti per i media