COMUNICATO STAMPA

La BCE avvia una consultazione pubblica sulla Parte 2 della Guida alla valutazione delle domande di autorizzazione all’esercizio dell’attività bancaria

14 settembre 2018

  • La Parte 2 verte sui criteri di valutazione concernenti i requisiti patrimoniali e i piani industriali
  • La consultazione si concluderà il 25 ottobre 2018

La Banca centrale europea (BCE) ha oggi avviato una consultazione pubblica riguardante la Parte 2 della Guida alla valutazione delle domande di autorizzazione all’esercizio dell’attività bancaria (“guida al rilascio della licenza bancaria” o “guida”). La Parte 2 integra la guida al rilascio della licenza bancaria pubblicata nel marzo 2018; i due documenti vanno letti congiuntamente come un unico testo. La guida è intesa quale strumento pratico a supporto dei soggetti coinvolti nel processo di autorizzazione e al fine di assicurare l’efficienza e l’efficacia della procedura e della valutazione, ma non ha natura giuridicamente vincolante.

La guida, che promuove un’interpretazione comune dei criteri per il rilascio delle licenze bancarie, è l’espressione dell’impegno della BCE ad assicurare prassi di vigilanza coerenti in tutta l’area dell’euro. La Parte 2 della guida verte sui criteri di valutazione concernenti i requisiti patrimoniali e il programma di attività, inclusi i piani industriali.

Sebbene le autorità nazionali competenti siano il primo punto di contatto per i soggetti che presentano domanda di autorizzazione all’attività bancaria, le valutazioni sono condotte congiuntamente con la BCE, che è l’autorità competente per l’adozione della decisione definitiva in merito al rilascio, all’estensione o alla revoca delle autorizzazioni nell’area dell’euro. In sede di esame delle domande di autorizzazione, la BCE valuta il fabbisogno di capitale. Di conseguenza, per assicurare un’applicazione coerente delle prassi nell’ambito del Meccanismo di vigilanza unico, la Parte 2 della guida al rilascio della licenza bancaria spiega le aspettative della BCE riguardo al capitale che un ente dovrebbe detenere al momento dell’autorizzazione.

La Parte 2 indica anche i principali argomenti di interesse per l’autorità di vigilanza nella valutazione del programma di attività, fra cui rientrano: il modello imprenditoriale e il relativo profilo di rischio, la situazione dell’ente creditizio nell’ambito del contesto economico e del contesto operativo di riferimento, le sue proiezioni finanziarie, la chiarezza e l’efficacia della sua struttura organizzativa, i suoi dispositivi di governance, il sistema dei controlli interni e di gestione dei rischi e la sua infrastruttura informatica.

Il termine per la presentazione dei commenti sul progetto di Parte 2 della guida al rilascio della licenza bancaria è fissato al 25 ottobre 2018. La BCE terrà conto dei commenti pervenuti nel predisporre la versione finale della guida e pubblicherà un resoconto della consultazione. La documentazione di riferimento (progetto di guida, risposte alle domande più frequenti e modulo della consultazione pubblica) è disponibile sul sito Internet della BCE dedicato alla vigilanza bancaria.

Per eventuali richieste gli organi di informazione sono invitati a contattare Esther Tejedor (tel. +49 69 1344 95596).

Contatti per i media